Le tecniche

Osteopatia Craniosacrale

La prima intuizione che le ossa craniche non fossero immobili si deve al dottor Sutherland negli anni ’30. La convalida di tale teoria si deve al dottor Upledger il quale si accorse, durante un’operazione alla quale prese parte nel 1971, della assoluta validità di quelle tesi non provate, verificando “visivamente” il movimento ritmico della membrana della dura madre.Il sistema craniosacrale è caratterizzato da un’attività ritmica che dura tutta la vita.
È un movimento, una sorta di “respiro vitale”, che non siamo stati abituati ad “ascoltare” in noi stessi, ma che coinvolge tutte le strutture del nostro corpo. Tale ritmo, in un individuo in perfetto equilibrio, nasce dal movimento costante del liquido cerebrospinale all’interno del canale durale, ovvero dalla nostra spina dorsale, come un’onda che si muove ritmicamente costantemente dalle ossa craniche al sacro e dal sacro alle ossa craniche, con un lento dondolio che, attraversandoci, ci dona la vita.

 

Il compito dell’operatore che si avvale di questa tecnica è quello di accompagnare delicatamente il sistema di autoregolazione presente in ogni individuo e che spontaneamente si muove verso l’autoguarigione.

Il trattamento diventa così una costante variazione che segue ciò che desidera il corpo in quel momento, l’unico a conoscere la via migliore al raggiungimento del suo stato di equilibrio.

I trattamenti sono consigliati in presenza di Cefalee, Rino-sinusiti e Sinusiti, problematiche legate all’articolazione temporo-mandibolare (ATM).
 

Osteopatia Fasciale

È un sistema di diagnosi e trattamento che utilizza un feedback palpatorio continuo per raggiungere il rilasciamento di tessuti miofasciali.
È utile per la cura di adesioni e aderenze della fascia, cioè il tessuto connettivo sotto il derma, create da cicatrici patologiche.
 
Le aderenze cicatriziali accumulano tensioni e generano problemi di mobilità dei tessuti circostanti, ostacolano la circolazione sanguigna o linfatica; in pratica limitano i nostri movimenti.
L’Osteopatia è in grado di individuare e trattare le tensioni dovute alle cicatrici, al fine di ripristinare la mobilità tessutale e facilitare la diagnosi ed il trattamento di disturbi viscerali nonché muscolo-scheletrici;
 

Osteopatia Strutturale

I trattamenti sono volti attraverso tecniche articolatorie e manipolatorie a ripristinare e riequilibrare le tensioni muscolari e legamentose per consentire una corretta trasmissione delle forze meccaniche.
 

Osteopatia Viscerale

Sistema di diagnosi e trattamento, il quale attraverso tecniche specifiche permette la diminuzione di tensioni fasciali e migliora la vascolarizzazione degli organi interni degli apparati gastro-intestinale, cardio-polmonare, neuro-endocrino e genito-urinario per migliorare il loro funzionamento fisiologico e permettere un’ottimale funzionalità dell’organismo.